sabato 15 dicembre 2012

Downton Abbey terza stagione su Rete 4

TERZO APPUNTAMENTO CON LA PLURIPREMIATA SERIE
IDEATA DA JULIAN FELLOWES
“DOWNTON ABBEY”

IN PRIMA TV ASSOLUTA, DOMENICA 16 DICEMBRE, IN PRIMA SERATA

Tre, numero perfetto: anche per “Downton Abbey”. Tre, le stagioni finora trasmesse in Gran Bretagna e tre le figlie di Lord Grantham. Sempre tre, le categorie cui il ‘period drama’ è stato appena nominato, sia alla 70ª edizione dei Golden Globe, sia agli Screen Actors Guild Awards 2013.

Terzo è l’appuntamento con la 2° stagione dell’osannata serie inglese che - in prima tv assoluta, domenica 16 dicembre, in prima serata - è di scena sul canale diretto da Giuseppe Feyles.
Vita, morte, amore e compassione muovono i fili di questo episodio cruciale. Ancora una volta, arrivi, ritorni e tristi dipartite rendono Highclere Castle un crocevia di incontri piacevoli, macchinazioni, scontri inaspettati e riscatti sociali: reduci dal fronte e feriti, cambiati nel fisico come nell’animo, Matthew Crawley e l’ex cameriere William tornano a Downton; al posto di Ethel, la cameriera cacciata con disonore, arriva una giovane vedova di guerra con pargolo al seguito, Jane; e se il fidanzamento ufficiale tra lady Mary e Sir Richard lascia col fiato sospeso, non è da meno il matrimonio sul letto di morte tra la sguattera Daisy e William.

In attesa del verdetto atteso per il prossimo 13 gennaio, lo scorso 13 dicembre “Downton Abbey” è stata nominata ai Golden Globe nelle categorie Miglior serie drammatica, Miglior attrice in una serie drammatica (Michelle Dockery), Miglior attrice non protagonista in un film tv o miniserie (Maggie Smith).

E se lo scontro tra tradizione e modernità è il motore delle vicende in casa Crawley, la competizione si gioca sul medesimo piano anche ai Sag (Screen Actors Guild Awards). Per la categoria Miglior attrice in una serie tv drammatica, infatti, si contendono “The Actor” l’icona Maggie Smith e l’eccellente Michelle Dockery. Infine, il sindacato degli attori americani candida il serial alla Miglior performance dell’intero cast, in una serie tv drammatica.

Nessun commento:

Posta un commento