mercoledì 30 gennaio 2013

Fabrizio Corona nudo integrale nel settimanale "Fama"


Roma, 30 gennaio 2013 - "Prigioniero di me stesso": Fabrizio Corona, nel suo ultimo nudo integrale prima del carcere, è la foto di copertina e la cover story del settimanale FAMA (in edicola domani, giovedì 31 gennaio).

«Fabrizio Corona ha abbassato lo sguardo quando siamo andati sul discorso del figlio Carlos, sentendosi in colpa. Sull'aereo era sereno: non ha fatto proclami come a Lisbona, ma ha cercato di lasciare un testamento morale per gli amici, la famiglia, la madre e il figlio. Nei confronti di Nina ha avuto un momento di sconforto quando ho riferito delle cose private che lei mi ha confidato. Fabrizio ha forse calpestato qualche piede che non doveva? Questo è quello che dice lui ed è quello a cui credo anche io», così Maurizio Sorge (l'amico fotografo che ha accompagnato Fabrizio Corona nell'ultimo volo da uomo libero da Lisbona a Malpensa) racconta sul quinto numero di “FAMA”, nuovo settimanale femminile a tiratura nazionale candidato – con il numero in uscita - a copertina dell'anno per il Premio Ferrari (nella categoria settimanali).

Giovedì 31 gennaio 2013 esce in edicola il quinto numero di “FAMA”, nuovo settimanale femminile che propone le ultime novità sui personaggi dello spettacolo, della cronaca rosa e del costume, ma non solo. Questa settimana il paparazzo Maurizio Sorge svela a FAMA i retroscena dell'ultimo volo di Fabrizio Corona da uomo libero, da Lisbona a Malpensa; “fotografa” così la fine di un'epoca: l'agente dei paparazzi, re della cronaca rosa, ma soprattutto il protagonista del gossip dell'ultimo decennio, si prende una pausa forzata. Ora vedrà i riflettori spegnersi per sette lunghi anni, salvo colpi di scena. È forse questa la condanna più grande per Corona: essere prigioniero di se stesso in un mondo non più illuminato delle luci della ribalta, ma dai neon di un carcere. Da qui l'idea di una copertina in stile “Urlo di Munch”, candidata a copertina dell'anno per il Premio Ferrari (nella categoria settimanali).
Nella cover story altre foto del nudo integrale di Corona.

Durante il volo Lisbona-Malpensa, Sorge ha detto a Corona (che gli chiedeva cosa pensassero di lui in Italia) di avere " guadagnato punti": «Gli ho detto “La gente che ti vedeva come uno spaccone, davanti a una sentenza così eccessiva ha cambiato idea” – ha raccontato Sorge - Pensa che dopo la sentenza di appello ha restituito i soldi al calciatore Trezeguet, non l'ha fatto prima solo per avidità. Aveva amici forti e ora li ha persi, ha perso pure me: ancora non mi ha pagato le foto che gli ho scattato alle Maldive nel 2009 durante la sua vacanza d'amore con Belen e nonostante tutto voglio spendere una parola per lui, so che sta dalla parte del giusto».

Sorge precisa che Corona non aveva più l'aria spavalda dei giorni precedenti: «Sull'aereo era tranquillo, sereno. Non ha fatto proclami come a Lisbona, ma ha cercato di lasciare un testamento morale per gli amici, la famiglia, la madre e il figlio. Nei confronti di Nina ha avuto un momento di sconforto quando ho riferito delle cose private che lei mi ha confidato.Nessuna parola per l'argentina (Belen Rodriguez, ndr). Il desiderio di Corona è che si continui a parlare di lui anche durante la permanenza in carcere. Il suo auspicio è che qualcuno possa rivedere il processo, intanto collaborerà con il suo sito Social Channel. In carcere non sarà sepolto vivo, cercherà nel possibile di interagire con i fans. Lui capisce che ora passerà un po' nel dimenticatoio, ma di certo ora avremo un Fabrizio più professionale e una persona più cosciente dei suoi errori».

Sorge esclude poi che Fabrizio a Lisbona abbia pianto, anche se... «Forse a Lisbona veramente non ha pianto; credo invece che possa avere pianto da solo, quando mi ha detto che stava in una cella per terra, senza mangiare. Una cosa è certa: per i paparazzi ora sarà dura senza di lui. Purtroppo il nostro lavoro sta subendo un periodo crisi. Da un punto di vista mediatico perdiamo molto, Fabrizio oltre a essere intelligente e un bel ragazzo fa sognare le donne; invece dal punto di vista professionale era ambiguo, sparlava della sua gesta, di vendere i servizi al tal personaggio; gli rimproverano tutti di avere fatto scoprire il nostro lavoro: nessuno sapeva chi fossimo noi paparazzi, ora la gente è più ostile nei nostri confronti, siamo equiparati ad accattoni che speculano sulle disgrazie degli altri».

La persona di cui Corona sentirà più la mancanza sarà il figlio Carlos. «Siamo andati sul discorso del figlio Carlos e lui ha abbassato lo sguardo, sapendo di sentirsi in colpa. Forse gli ha dedicato poco tempo, ma si può sempre recuperare; esiste la carta, esistono i computer. Su sette procedimenti, in cinque è stato assolto: c'è qualcosa che non quadra, ha calpestato qualche piede che non doveva? Questo è quello che dice lui e quello a cui credo anche io».

L’intervista integrale e le foto di Maurizio Sorge a Fabrizio Corona a Lisbona saranno sul quinto numero di FAMA in edicola da domani, giovedì 31 gennaio 2013.

FAMA è un settimanale edito da SCOTTI & PARTNERS. Il direttore è Gerardo de’ Paoli. Sara Varone è il direttore editoriale, Elena Redaelli il caporedattore della testata.

Il giorno di uscita è il GIOVEDI’, con distribuzione NAZIONALE tramite le EDICOLE.
Formato 20 X 28 cm e 64 pagine di FOLIAZIONE, tiratura 100.000 copie e prezzo di copertina 1 EURO.

Nessun commento:

Posta un commento