martedì 19 febbraio 2013

Giannino, Master in America: "Autogol clamoroso"

Oscar Giannino e il Master a Tgcom24: “Confermo, il mio è un autogol clamoroso, rimetto mandato alla direzione”

“Non mi faccio dare lezioni da professori in cattedra, accetto la loro sfida e vengano qui tutti a candidarsi perché ce ne è bisogno”

Confermo, il mio è un autogol clamoroso, la componente più grave è una mia dichiarazione in un video a Repubblica dieci giorni fa. Non ho mai conseguito questo master, ho chiesto due volte scusa, ribadisco che domani ho convocato la direzione e presenterò la piena disponibilità ad abbandonare qualunque tipo di incarico, non ho alcun problema, non ho mai utilizzato credenziali non mie per avere incarichi di alcun tipo.
Però l’errore c’è e l’ho ammesso, quindi accetto le conseguenze necessarie a ripristinare la credibilità negli ultimi giorni decisivi della campagna elettorale. Sarà la direzione a valutare. Queste le parole di Oscar Giannino a Tgcom24.

Zingales? Non ci siamo sentiti, sabato mi ha cercato e io stavo girando la Sicilia; gli ho lasciato un messaggio sulla sua segreteria telefonica dicendo che avrei dichiarato la cosa all’Ansa domenica mattina ma non ci siamo sentiti prima che lui dichiarasse pubblicamente quello che ha dichiarato. Gli elettori possono essere tranquilli, nelle circoscrizioni in cui sono candidato, eleggendomi, sono disposto a dimettermi per lasciare il posto altri con più credibilità di me, se necessario.

Sono un giornalista che da trent’anni sta sotto gli occhi di tutti, sono disposto a tracciare una linea invalicabile tra la mia credibilità privata e la fede pubblica che deve restare intatta. L’equivoco si chiarisce ma si deve essere disposti a pagare il prezzo. Non mi faccio dare lezioni da professori in cattedra, accetto la loro sfida e vengano qui tutti a candidarsi perché ce ne è bisogno.    

Nessun commento:

Posta un commento