venerdì 1 febbraio 2013

Michael Martone: laurea, studio, giovani e lavoro

Giovani, tra studio e lavoro
Michel Martone (Viceministro al Lavoro) a Tgcom24:
“La laurea è fondamentale se presa con il massimo impegno”
“Corona? Un esempio, ma non volevo entrare nel merito”

“La laurea non è inutile ma è fondamentale se presa con il massimo impegno. Ogni anno nel mercato globale del lavoro entrano 40 milioni di professionisti da Paesi in via di sviluppo per creare attrattiva nel loro Paese. Da noi invece aumenta la disoccupazione perché le imprese investono in altri Paesi. Dobbiamo reperire le risorse per poter dare ai meritevoli la possibilità di accedere ai livelli più alti dell’istruzione” E’ quanto affermato in diretta a Tgcom24 da Michel Martone, viceministro al  Lavoro, sul tema della disoccupazione giovanile e sull’abbandono dello studio.
In merito a una sua dichiarazioni in cui citava Fabrizio Corona come esempio negativo, Martone ha affermato: “Non volevo entrare nel merito. Oggi stiamo piangendo la morte di Rita Levi Montalcini, questi sono i modelli e non quelli dal successo facile” Infine una considerazione su come reperire fondi per lo studio: “L’aumento delle tasse universitarie per i fuoricorso deve servire per borse di studio da consegnare a chi non ha i mezzi per studiare. I fuoricorso da colpire non sono coloro che lavorano per pagarsi gli studi, ma chi vive l’università come un parcheggio”.


Nessun commento:

Posta un commento