sabato 9 febbraio 2013

Pianetamare 10 febbraio 2013: tartarughe marine

LA SALVAGUARDIA DELLE TARTARUGHE ITALIANE
AL CENTRO DEL NUOVO APPUNTAMENTO CON
“PIANETAMARE”

DOMENICA 10 FEBBRAIO 2013 - ORE 12.00

Le tartarughe e la salvaguardia di questa specie protetta sono al centro di “PianetaMare”, il programma condotto da Tessa Gelisio su Retequattro, domenica 10 febbraio 2013, alle ore 12.00.

Tessa Gelisio si trova a Policoro, in Basilicata, in un’oasi protetta gestita dal WWF dove ha sede un centro di recupero di queste splendide creature. Insieme agli operatori e al responsabile del centro Tonico Colucci,  “PianetaMare” porta i telespettatori alla scoperta della tartaruga, della sua vita e delle pratiche adottate dal centro per preservarne l’esistenza nei nostri mari.

Dalla clinica di Bari del professor Di Bello, arrivano le immagini di una ricostruzione di un intervento d’urgenza e dei consigli sulle prime cure da prestare in caso di necessità a questo animale.
Di ritorno al Centro di Recupero di Policoro,Tessa Gelisio partecipa alla liberazione di  due splendidi esemplari.

La seconda parte del programma si sposta a Cabras, in Sardegna, per documentare  la pratica della pesca con reti e bertovelli, un particolare tipo di nassa. Con  il supporto dei pescatori del Consorzio cooperative Pontis, spazio inoltre a un confronto tra i vecchi e nuovi sistemi di pesca.

Chiude “PianetaMare” la ricetta della settimana, che vede la conduttrice preparare con l’aiuto di un esperto chef un piatto tipico del luogo: filetti di cefalo con vernaccia e pomodoro.

“PianetaMare” è un programma di Marco Campione, realizzato in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. Il coordinamento con il Ministero è a cura di Paolo Forrer. Scritto  da Silvia Chiodin, Aldo Innocenti, Roberto Palozzi e Simona Stoppa con la collaborazione di Dino Emanuelli. Il produttore esecutivo Mediaset è Viviana Aguzzi. La regia è firmata da Silvia Chiodin, Aldo Innocenti, Roberto Palozzi e Simona Stoppa.


Nessun commento:

Posta un commento