domenica 3 marzo 2013

Note di cinema 4 marzo 2013: Jennifer Lawrence

"QUANDO SONO CADUTA SUL PALCO HO DETTO UNA PAROLACCIA”
JENNIFER LAWRENCE RACCONTA LA SUA NOTTE DEGLI OSCAR A
“NOTE DI CINEMA”

LUNEDI’ 4 MARZO 2013, ORE 17.30

Ai protagonisti de “Il lato positivo”, unica commedia romantica in lizza agli Oscar 2013 con 8 candidature, “Note di Cinema”, settimanale a cura di Anna Praderio, dedica il nuovo appuntamento in onda su Iris, lunedì 4 marzo, alle ore 17.30.

Storia dell'incontro tra un uomo che soffre di disturbi bipolari e una ragazza stravagante, anche lei con problemi depressivi, ma molto vitale e travolgente, la pellicola di David O'Russell consacra due giovani star hollywoodiane: Bradley Cooper e Jennifer Lawrence, quest’ultima appena premiata con una statuetta per il ruolo d’attrice protagonista.

"Silver Lining's Playbook" (titolo originale dell’opera) è una storia d'amore, la più bella che abbia mai interpretato, spiega Miss Lawrence: “Avevo letto il libro che ha ispirato il film, “L'orlo argenteo delle nuvole”, di Matthew Quick, ed era magnifico. Anche l'esperienza delle riprese è stata molto felice: il regista ha portato autenticità sul set, ha lavorato molto attentamente con noi attori. credo siamo riusciti a trasmettere sentimenti profondi, uno spirito 'positivo'."

Bradley, anche lui nominato agli Oscar come Migliore attore, racconta: "Quando il mio personaggio conosce Tiffany (Lawrence) per la prima volta, incontra qualcuno che lo capisce davvero, che non lo giudica, che sta con lui con naturalezza e si limita ad amarlo.”

La commedia segna anche il ritorno di Robert De Niro alla candidatura agli Academy Awards, dopo una assenza lunga 21 anni e illumina la carriera già folgorante di una ventiduenne del Kentucky, entrata nell’album delle Notte delle Stelle anche per essere inciampata sul palco del Dolby Theatre.

"Quando sono caduta sul palco, vi confesso che sottovoce ho detto una parolaccia”, svela l’attrice ai microfoni di “Note di Cinema”. “Come mi sono preparata per la notte degli Oscar?” prosegue con la sua consueta spontaneità la Lawrence: “Non ho mangiato per l'agitazione e adesso sto morendo di fame! Faccio parte da poco tempo dell'industria del cinema… A Hollywood tutti si salutano con grande familiarità, ma io non conosco tanta gente. Non riesco mai ad essere disinvolta e brillante.” E conclude: “Al di là del nervosismo, sono davvero molto felice e questo Oscar è un riconoscimento per tutta la squadra del nostro film."


Nessun commento:

Posta un commento