giovedì 2 maggio 2013

Laboratori d'analisi siciliani a Striscia la Notizia

STASERA A STRISCIA LA NOTIZIA STEFANIA PETYX
INDAGA SUI LABORATORI D’ANALISI SICILIANI

Stasera a Striscia la Notizia Stefania Petyx punta i riflettori sui laboratori d’analisi siciliani, poiché in questa regione il consumo di antibiotici è maggiore del 51% rispetto alla media nazionale. Il motivo è che moltissimi laboratori, per incompetenza o carenza di strumenti, sbagliano gli esami, in particolare quelli di microbiologia, specifici per scoprire le infezioni.
L’inviata di Striscia, in collaborazione con l’Università di Palermo, fa analizzare venti tamponi faringei con batteri innocui da venti laboratori sparsi per tutta la Sicilia.

I tecnici universitari, poi, leggono e controllano i risultati di questi esami: nove sono accettabili, ma i referti di ben undici laboratori vengono bocciati a vario titolo, con conseguenze gravissime per la salute dei cittadini, poiché attenendosi a essi i medici sono indotti a prescrivere antibiotici quando non ve n’è bisogno, o di un tipo diverso da quello che servirebbe.

La Petyx e il suo bassotto vanno a chiedere l’intervento dell’Assessore alla Salute della Regione Siciliana Lucia Borsellino, che promette di allertare le USL in modo che intensifichino i controlli.

FONTE: UFFICIO STAMPA

Nessun commento:

Posta un commento