sabato 11 maggio 2013

Social Cannabis Club e il tasso d'interesse delle banche a Le Iene

LE IENE SHOW: SPAGNA: IL BOOM DEI “SOCIAL CANNABIS CLUB”

BANCHE: SE L’INTERESSE SUPERA IL TASSO SOGLIA?

Domani, domenica 12 maggio 2013 in diretta alle ore 21.20 su Italia 1 nuovo appuntamento con “Le Iene show”. Alla conduzione, a fianco di Ilary Blasi, ci saranno Teo Mammucari e la Gialappa’s (Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto).

Dopo l’uscita del libro “Droga”, le Iene tornano ad occuparsi di sostanze stupefacenti e, in particolare, del consumo di droghe leggere. Matteo Viviani racconta, infatti, di come siano nati negli ultimi anni in Spagna centinaia di “social cannabis club”: associazioni registrate di persone che coltivano e consumano marijuana. La coltivazione è fatta ad uso e consumo esclusivamente degli associati e deve essere proporzionata al numero di tesserati. Un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più in tutta la penisola iberica, in particolare a Barcellona, dove esistono ben 70 “social cannabis club”.

Ogni tre mesi la Banca d’Italia stabilisce il tasso massimo d’interesse (tasso soglia) che le banche possono applicare ai loro clienti quando chiedono un mutuo, un prestito o un fido. Se gli Istituti di Credito applicano un interesse che supera il tasso soglia, i clienti possono, per via legale, richiedere denaro indietro.
Luigi Pelazza si occupa del caso di alcuni commercianti, artigiani e imprenditori che raccontano di come le banche gli abbiano restituito dei soldi versati, proprio perché gli Istituti di Credito avevano fatto pagare loro interessi molto elevati. La Iena intervista, in particolare, un imprenditore che spiega come sia riuscito a vincere in primo grado la causa contro una banca, condannata alla restituzione di migliaia di euro.
Pelazza sottolinea come, per comprendere se si è superato o meno il tasso soglia, sia importante nel conto corrente tenere in considerazione anche tutte le spese collegate all’erogazione del credito, che, secondo una Sentenza della Corte di Cassazione, devono essere incluse nella valutazione del TEG, cioè il tasso effettivo globale d’interesse praticato da un Istituto di Credito.

Se un pesce non muove la coda, è fresco o è stato surgelato? Se ha gli occhi vitrei cosa vuol dire? E se un gambero ha un colore più brillante del solito cosa significa? Dopo aver dato, con l’aiuto di un’esperta in materia, alcune indicazioni utili per riconoscere la freschezza di un pesce, la provenienza, la presenza di conservanti o il fatto che sia stato in precedenza congelato o meno, Giulio Golia si reca in alcune pescherie del centro Italia. La Iena mostra come, mentre molti esercenti svolgono la propria attività secondo le regole, altri si comportino in modo non proprio corretto, vendendo, ad esempio, pesce surgelato per pesce fresco, non dichiarando la presenza di solfiti o, addirittura, spacciando un tipo di pesce per un altro di qualità inferiore.

Ideatore de “Le Iene” e capo-progetto Davide Parenti.
Regia di Antonio Monti.

Nessun commento:

Posta un commento