mercoledì 13 gennaio 2016

Libri da colorare per adulti: Il libro dei sogni

Oramai sono una mania, i libri da colorare per adulti. La chiamano "art therapy" e dovrebbe ridurre lo stress e aiutare la mente a rilassarsi attraverso il potere dei colori.
La concentrazione necessaria per riempire piccoli spazi di tinte sfumate o uniformi avvicina alla meditazione e la soddisfazione che si prova a lavoro terminato (e che lavoro! centinaia di piccoli ritagli da riempire con cura) regala un profondo senso di appagamento.

Nonostante possa sembrare una moda del momento proveniente dal Nord Europa, l'art therapy è molto antica ed è adatta sia ai bambini che agli adulti. Libri come "Il libro dei sogni" sono un fantastico svago anche per i manager più navigati, che durante il viaggio quotidiano verso l'ufficio possono scollegare completamente quelle aree del cervello adibite ai compiti più "tecnici", accendendo di contro le aree riservate alla creatività, che nella vita quotidiana è fondamentale per il problem solving. Gli effetti sono immediati: non a caso li chiamano libri anti-stress! Concentrandosi su un'attività manuale ci si estrania completamente dal mondo esterno, entrando in comunicazione con se stessi e con la propria interiorità.

Si andranno a colorare disegni astratti o ispirati alla realtà, animali come farfalle, libellule e gattini, o persone; o ancora mandala, immagini ripetute all'interno di un cerchio, riconducibili a simboli e rappresentazioni dell'universo e della divinità. Colorare un mandala equivale a meditare, aprire la propria mente e acquistare una grande pace interiore. I monaci buddisti colorano i mandala con la sabbia, un lavoro certosino che arricchisce interiormente il suo artefice e che viene a sua volta distrutto, per ricordare la caducità delle cose materiali. Questi simboli furono studiati anche da Carl Gustave Jung, allievo di Freud e grande genio della psicologia moderna; anche Jung intuì l'enorme potere di questi antichi simboli per stimolare la creatività e rilassare il corpo e lo spirito.

Il libro dei sogni si compone di 128 pagine in bianco e nero o parzialmente colorate. Prima di iniziare ci si deve dotare degli attrezzi del mestiere. Quali sono i vostri colori preferiti? Matite colorate, pastelli a olio o tempere? Occorre scegliere tenendo conto delle proprie capacità tecniche e della difficoltà dei disegni, che in genere sono molto articolati e richiedono un certo grado di precisione per non oltrepassare i bordi.
Dove e quando colorare? In viaggio, a casa, in pausa pranzo, prima di andare a dormire o, perché no, anche in compagnia.

CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO DEI SOGNI:

Nessun commento:

Posta un commento