giovedì 16 febbraio 2017

A che ora il cervello è più produttivo? La cronobiologia

La cronobiologia studia il funzionamento del corpo umano durante le varie fasi della giornata. Tutti quelli che si chiedono: a che ora è meglio alzarsi? Quand'è che il cervello è al massimo della produttività? farebbero bene a leggere questo articolo.
Il nostro corpo è regolato da un orologio interno, a sua volta influenzato dai ritmi naturali. Per questo siamo in grado di svolgere al meglio una serie di compiti solo durante una determinata fase della giornata. Esiste un orario ottimale anche per mettere la sveglia, che ci permette di alzarci con energia piuttosto che con spossatezza, un orario per fare colazione senza appesantire il fisico, un orario perfertto per dare il massimo al lavoro e un orario per aprirsi alle intuizioni geniali.

La cronobiologia nasce secoli orsono, con gli studi di Carolus Linnaeus sui fiori che si schiudono sempre alla stessa ora del giorno; da allora questa branca della scienza è cresciuta enormemente e si è intrecciata con la medicina dello sport, la geriatria, i disturbi del sonno e tante altre discipline mediche e umanistiche. Appartengono a questo ambito gli studi sul ritmo circadiano come quello veglia-sonno, influenzati dal sole e dalle temperature esterne. La cronobiologia è il fondamento dell'organismo internazionale Society for Research on Biological Rhythms, istituito nel 1986 con sede negli Stati Uniti.

A spiegarci la cronobiologia con parole semplici e concetti alla portata di tutti (e soprattutto pratici!) è Garth Sundem, giornalista scientifico che collabora con il New York Times. Suo il libro Best Brain, Fai la cosa giusta nel momento migliore per il tuo cervello. Il libro è strutturato come una giornata intera, cominciando dalle 6:30 e terminando alle 21.00. Ogni momento della giornata vede il cervello in umano in una fase differente; ecco perché stimoli differenti sono necessari per favorirne il funzionamento e sentirci il più possibile produttivi, riposati e sereni.

Il libro è diviso in tre parti: La mattina: svegliarsi, prepararsi e partire; La giornata: lavoro, capacità di pensiero e forza di volontà; La sera: salute, famiglia, amore e svago.

Spiega l'autore nella prefazione:

Questo libro raccoglie il meglio delle conoscenze scientifiche per ottimizzare l’uso del tuo cervello, organizzate seguendo l’andamento di una giornata tipo e scandite negli orari in cui è più probabile che tu possa usarle. Alcuni spunti sono curiosità sul funzionamento della mente; altri ti permettono di capire e analizzare ciò che fai e perché lo fai. Ogni capitolo si chiude con suggerimenti ed esercizi pratici per aiutarti a usare al meglio il cervello e affrontare le sfide quotidiane.

Best brain tratta gli argomenti più disparati, legati alla produttività in diversi momenti della giornata e della vita e rispondendo alle domande: "Diventare genitori cambia il cervello?", "La tua storia d'amore durerà?", "Perché i tuoi figli bisticciano sul sedile posteriore dell'auto?" e "Conviene litigare con il partner quando sei arrabbiato o triste?". A conti fatti, conviene pianificare la giornata nei minimi particolari o si possono stimolare le proprie performance anche a prescindere dall'orario segnato dall'orologio?

Sundem risponde a tutte queste domande, trattando diverse funzioni della nostra psiche, come la memoria e l'attenzione, l'autocontrollo e la creatività. Spiega come dare il massimo al lavoro e quando mettersi a dormire per ottenere un riposo ottimale. Perché di mezz'ora in mezz'ora le cose cambiano. Radicalmente a quanto pare.

Curiosi?

Leggete l'estratto del libro Best Brain, Fai la cosa giusta nel momento migliore per il tuo cervello su Il Giardino dei libri, dove è scaricabile gratuitamente.

CLICCA SUL BANNER QUI SOTTO:

Nessun commento:

Posta un commento